Home HomeGallo Max Napoleon 04 Niesmiertelny z Swietej Helenyde Segur Filip Paweł Pamiętniki adjutanta Napoleona(1)Filip Paweł de Segura Pamiętniki adiutanta NapoleonaPiramidy Napoleona Dietrich WilliamWord Studies in the New Testament Vol 3 & 4 (Marvin R Vincent)hornblower+i+napoleonVincent, Rachel Shifters 5 ShiftChwila zapomnienia Penny VincenziAndrea Cremer Cień Nocy #3 Bloodroose (tum. nieoficjalne Translate Dreams)50 9142
 

[ Pobierz całość w formacie PDF ]
.Capua si poteva facilmente difendere e di l forse siLetteratura italiana Einaudi 77 Vincenzo Cuoco - Saggio storico sulla rivoluzione napoletana del 1799potea con migliori auspci ritentar di nuovo la sorte del-le armi.Ad un proclama che si pubblic per la leva inmassa, tutto il Regno fu sulle armi.Gli apruzzesi si op-posero alla divisione di Rusca e, se non riuscirono adimpedirgli il passo, fecero per s che gli costasse moltocaro.Tra le montagne impraticabili della provinciadell Aquila non si pervenne mai ad estinguere l insor-genza, e la stessa capitale della provincia non fu che perpochi giorni in poter de francesi, ridotti a doversi difen-dere entro il castello.L altra divisione, che venne perTerracina e Gaeta, si avanz fino a Capua, ma non po-tette impedire l insorgenza, che era scoppiata ad Itri eCastelforte; e gl insorgenti, che cedettero per poco lepianure, si rifuggirono nelle loro montagne, donde tor-narono poco dopo ad infestare la coda dell esercitofrancese, che vide rotta ogni comunicazione coll alta Ita-lia.Un corpo di truppe difendeva con valore e con felicesuccesso il passo di Caiazzo.Capua avea quasi dodicimi-la uomini di guarnigione.Tutti gli abitanti delle contra-de di Nola e di Caserta eransi levati in massa, ed eraviancora un corpo di truppe intatto comandato da Gams.Io dir cosa che ai posteri sembrer inverosimile, mache intanto mi stata giurata da quasi tutt i capuani.SeCapua non fu presa per sorpresa non fu merito di Mack,ma di un semplice tamburo o cannoniere che fosse sta-to, il quale di proprio movimento die fuoco ad un can-none de posti avanzati verso San Giuseppe e fece s chei francesi si arrestassero.Mack certamente non avea dataalcuna disposizione di difesa.Io lo ripeto: non sono uomo di guerra, n imprendoad esaminar ad una ad una le operazioni e gli accidentidella campagna.Ma io credo che gli accidenti debbanomettersi a calcolo e che la somma finale dell esito dipen-da meno dagli accidenti che dal piano generale.Mackpecc naturalmente nell estender troppo la linea dellesue operazioni, talch il minimo urto dell inimico glielaLetteratura italiana Einaudi 78 Vincenzo Cuoco - Saggio storico sulla rivoluzione napoletana del 1799ruppe.Ebbe pi cura dell inimico che gli stava a fronteche di quello che gli stava sui fianchi, mentre forse que-sto era sempre pi terribile di quello; quindi che egli siavanz sempre rapidissimamente, e questa stessa rapi-dit, che alcuni chiaman vittoria, fu la cagione principa-le delle sue inopinate irreparabili disfatte.Battuto in unpunto, Mack fu battuto in tutta la linea, perch tutta lalinea gli fu rotta.Quando Mack preparava un piano tan-to vasto per combattere un inimico debolissimo, moltidissero che Mack era un gran generale, perch molti so-no quelli che misurano la grandezza di una mente dallagrandezza delle forze che move: io dissi che era poco sa-vio, perch la saviezza consiste nel produrre il massimoeffetto col minimo delle forze.Mack un generale dabrillare in un gabinetto, perch in un gabinetto appun-to, e prima dell azione, predomina nelle menti del mag-gior numero l errore di confonder la grandezza dellamacchina colla grandezza dell artefice.Non mancaMack di quelle cognizioni teoretiche della scienza mili-tare che impongono tanto facilmente al maggior nume-ro. sicuro di ottenere in suo favore la pluralit de votiun generale il quale vi parli sempre di matematica, geo-grafia, storia, che vi rammenta i nomi antichi di tutt isciti, vi enumera tutte le grandi battaglie che gli hannoillustrati ed, a confermar ogni evoluzione che gli vienfatta d immaginare, vi adduce l esempio di Eugenio, diMontecuccoli, di Cesare, di Annibale e di Scipione.Ilbuon senso per altro pare che ci dovrebbe indurre a dif-fidare dei piani di campagna troppo eruditi: essi per ne-cessit son troppo noti anche all inimico, ed in conse-guenza inutili.Tutto il vero segreto della guerra, diceMacchiavelli, consiste in due cose: fare tutto ci chel inimico non pu sospettar che tu faccia, lasciargli faretutto ci che tu hai previsto che egli voglia fare: col pri-mo precetto renderai inutile ogni sua difesa, col secondoogni offesa.Questi capitani soverchiamente sistematiciLetteratura italiana Einaudi 79 Vincenzo Cuoco - Saggio storico sulla rivoluzione napoletana del 1799hanno anche un altro difetto, ed quello di dar un nes-so, una concatenazione troppo stretta alle loro idee: simandano il loro piano a memoria e, se avviene che unavolta la fortuna della guerra lo tocchi, rassomigliano ifanciulli che han perduto il filo della loro lezione e soncostretti ad arrestarsi.Vuoi conoscere a segni infallibiliuno di questi capitani? Soffre pochissimo la contraddi-zione ed i consigli altrui: il criterio della verit per lui,non gi la concordanza tra le sue idee e le cose, ma ben-s tra le sue idee medesime.Prima dell azione sono au-dacissimi, timidissimi dopo l azione: audacissimi, perchnon pensano che le cose possan esser diverse dalle ideeloro; timidissimi, perch, non avendo prevista questa di-versit, non vi si trovan preparati.Affettano ne loro di-scorsi estrema esattezza; ma questa inesattissima, per-ch trascurano tutte le differenze che esistono nellanatura.Numerano gli uomini e non li valutano: pi chenell uomo confidan nell esercito, pi che nella virtdell animo confidano in quella del corpo e pi che nelvalore confidan nella tattica.Questi duci pi potenti inparole che in opere prevalgon sempre, per disgrazia del-le nazioni, o quando gli ordini militari di uno Stato sonotali che tutta l esecuzione di una guerra dipenda daun assemblea e da un Consiglio, o quando coloro chereggono la somma delle cose non sono esenti da ognispirito di partito; e questo non certamente il minorede mali che lo spirito di partito e gli ordini mal conge-gnati soglion produrre [ Pobierz całość w formacie PDF ]